Classici

Trotsky Lev
Le guerre balcaniche. 1912-1913

Inviato nei Balcani nel 1912 dal diffuso quotidiano radical-democratico Kievskaja Misl’, corrispondente di guerra di questo e di altri giornali, Trotsky ebbe modo di conoscere direttamente e di descrivere da par suo scenari, protagonisti e comparse della tragedia che si andava consumando in quella martoriata penisola, nei nostri anni divenuta campo di prova per i nuovi rapporti multipolari tra le potenze e poi attratta nel campo gravitazionale dell’imperialismo europeo. La magistrale descrizione fattane da Trotsky risulta in più di un’occasione illuminante, come esemplare è il suo commento: «D’un tratto, la guerra ci rivela che procediamo ancora a quattro zampe e che non siamo tutttora usciti dal grembo dell’era barbarica della nostra storia».

 

1999; 542 pagine; rilegato; 5 cartine; 15 pagine di illustrazioni; indice dei nomi e profili biografici; cronologia; repertorio dei luoghi geografici; glossario e indicazioni fonetiche

ISBN 978-88-86176-31-6
€ 24,00
 

© 2008-2020 edizioni LOTTA COMUNISTA