edizioni LOTTA COMUNISTA

 

 
Testi Texts

Stampa
Print
La Barbera Guido
La nuova fase strategica

The New Strategic Phase

Nel 2003 la decisione americana per l’intervento in Irak fu una «guerra per scelta», con l’intento di influire sulla bilancia di potenza regionale e mondiale. L’obiettivo strategico era la Cina, la riaffermazione del controllo del Golfo Persico era volta a condizionare Pechino.
Le relazioni mondiali tra le potenze entravano in una fase di definizione; le tensioni e le contraddizioni della contesa globale avevano superato un punto di soglia. Si apriva appunto una «nuova fase strategica», un nuovo quadro delle relazioni globali, con la federazione dell’euro in Europa e col definitivo affermarsi della Cina come potenza imperialista.
Il segno inedito era la lotta tra potenze di stazza continentale; gli Stati-nazione, le dimensioni della potenza sovrana che la storia aveva sedimentato in Europa, erano ormai insufficienti a quel livello di scontro.
La potenzialità oggettiva per la strategia rivoluzionaria era nel miliardo di uomini coinvolti nei processi tumultuosi del mutamento sociale che si avviava. La traduzione di quella potenzialità nelle forze soggettive del comunismo internazionalista è l’incognita e la sfida inedita della nuova fase.


The American intervention in Iraq in 2003 was a «war by choice» in the attempt to influence the regional and global balance. The US strategic objective was China and restoring control over the Persian Gulf aimed at constraining Beijing.
A defining phase was beginning for the world’s power relations. Tensions and contradictions in the global contest had exceeded a threshold level. A «new strategic phase» was in fact opening, a new scenario of global relations marked by the European currency federation and China’s rise as an imperialist power.
The unprecedented feature was the struggle between continental-size powers. The nation-State, the extension of sovereign power sedimented in Europe in the course of history, was no longer sufficient to this struggle.
The objective potential for revolutionary strategy was seen in the one billion people involved in the turbulent processes of the incipient social change. Translating this potential into the subjective forces of internationalist communism is the variable and the unprecedented challenge of the new phase.

 
Vedi il sommario    Contents
 

2014; 328 pagine; rilegato; glossario delle sigle,  cronologia, opere citate, indice biografico dei nomi


2014, hardback, 328 pp., chronological tables, bibliography, biographies, index of names

ISBN 978-88-96901-16-8
€ 20,00

 
Torna
Back
 

© 2008-2019 Editoriale Lotta Comunista snc
Via per Crescenzago n. 188 - 20099 Sesto San Giovanni - Milano
C.F.-P. IVA-Registro Imprese MI: 03609260157
REA 976127


Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione atto a monitorare o raccogliere informazioni personali di identificazione. Sono utilizzati esclusivamente cookie di terze parti (Google Analytics), raccolti e gestiti garantendo l'anonimato dell'utente, impiegati esclusivamente in forma aggregata a fini statistici sull'utilizzo del sito. L'utente può in ogni caso disabilitare l'azione di Google Analytics installando sul proprio browser l'apposita componente fornita da Google (http://tools.google.com/dlpage/gaoptout).