edizioni LOTTA COMUNISTA

 

 
Ricerche Research Studies

Stampa
Print
Mancini Mirella - Gianni Emilio (a cura di)
1871. La Comune di Parigi
150 anni. I militanti del Consiglio della Comune

Centocinquanta anni fa l’“assalto al cielo” tentato dal proletariato parigino risolve nella pratica fondamentali questioni teoriche del socialismo che fino a quel momento avevano avuto solo una sistemazione provvisoria. Del resto, nella definizione di Lenin, «la dottrina di Marx è il bilancio di un’esperienza».
Che cosa fu, dunque, la Comune di Parigi e per quali ragioni quell’esperienza va approfondita e assimilata?
La Comune, nella sua pur breve vita, gettò le fondamenta di un nuovo modo di governare, fornendo così il modello per il passaggio verso una futura organizzazione sociale superiore, il socialismo.
Dalla battaglia del 1871 il mondo è cambiato profondamente. La lotta tra proletariato e borghesia riguarda il mondo intero. Giunta all’apice del suo sviluppo, l’epoca borghese vive da tempo convulsioni sempre più dirompenti che la porteranno al suo inevitabile tramonto. Oggi migliaia di metropoli covano sotto la cenere la stessa brace da cui partì la scintilla che diede avvio al movimento del proletariato parigino. Il proletariato di oggi ha forza di una magnitudine centuplicata. La Comune è la parola d’ordine del futuro di questa classe internazionale.


 
Vedi il sommario    Contents
 

2021; 398 pagine; brossura; indice dei nomi


ISBN 978-88-96901-80-9
€ 15,00

Available also in:
 
Torna
Back
 

© 2008-2021 Editoriale Lotta Comunista srl
Via per Crescenzago n. 188 - 20099 Sesto San Giovanni - Milano
C.F.-P. IVA-Registro Imprese MI: 03609260157
REA 976127


Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione atto a monitorare o raccogliere informazioni personali di identificazione. Sono utilizzati esclusivamente cookie di terze parti (Google Analytics), raccolti e gestiti garantendo l'anonimato dell'utente, impiegati esclusivamente in forma aggregata a fini statistici sull'utilizzo del sito. L'utente può in ogni caso disabilitare l'azione di Google Analytics installando sul proprio browser l'apposita componente fornita da Google (http://tools.google.com/dlpage/gaoptout).