edizioni LOTTA COMUNISTA

 

 
Testi Texts

Stampa
Print
Parodi Lorenzo
Critica del sindacato subalterno

Critique of the Subordinate Trade Unions

Gli anni tra il 1967 e il 1978 sono segnati prima dalle lotte salariali spontanee e poi dalla crisi di ristrutturazione. Il sindacato, investito da due ondate di segno contrario, dimostra la sua subalternità tanto ai partiti parlamentari quanto ai gruppi del grande capitale. La critica leninista, nelle sue battaglie per un sindacato espressione indipendente della classe, coglie il carattere vigoroso delle lotte operaie, la loro intensità ed espansione, ma anche la loro limitata durata nel tempo, nonché la rimonta dell’interclassismo di varia matrice, cattolico o «di sinistra».

 


The years 1967-78 were marked firstly by spontaneous wage struggles and then by the restructuring crisis. Hit by two opposing waves, the trade unions showed their subordination both to parliamentary parties and to great capitalist groups. In its battles for a trade union as independent class expression, Leninist criticism acknowledges the resolute character of the workers’ struggles, their intensity and expansion, but it also considers their limited duration in time as well as the resurgence of cross class tendencies, whether Catholic or “left-wing”.

 
Vedi il sommario    Contents
 

1988; 654 pagine; rilegato

indice dei nomi

 


1988, hardcover, 654 pp., index of names

ISBN 978-88-86176-05-7
€ 10,00

 
Torna
Back
 

© 2008-2019 Editoriale Lotta Comunista snc
Via per Crescenzago n. 188 - 20099 Sesto San Giovanni - Milano
C.F.-P. IVA-Registro Imprese MI: 03609260157
REA 976127


Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione atto a monitorare o raccogliere informazioni personali di identificazione. Sono utilizzati esclusivamente cookie di terze parti (Google Analytics), raccolti e gestiti garantendo l'anonimato dell'utente, impiegati esclusivamente in forma aggregata a fini statistici sull'utilizzo del sito. L'utente può in ogni caso disabilitare l'azione di Google Analytics installando sul proprio browser l'apposita componente fornita da Google (http://tools.google.com/dlpage/gaoptout).